PARIS FASHION WEEK: E’ la volta di Chanel, Dior, Lanvin e Givenchy

 In occasione della Fashion Week di Parigi vi proponiamo un report su quattro dei brand che hanno “giocato in casa” nel corso del prestigioso evento glamour, espressione di continui punti d’incontro attraverso i diktat di nuove tendenze e classici intramontabili e senza tempo.

Iniziamo da Chanel, sfilata ambientata in una brasserie, luogo tipicamente parigino che conserva quel tocco di tradizione irresistibile. Un collezione ispirata, capi essenziali dalle linee pulite con colori e forme signorili dal mood ricercato e sofisticato. Un’unica calzatura dal tacco ampio e comodo in passerella, come un passepartout in ogni occasione della giornata, per donne che si “destreggiano” nei diversi momenti della quotidianità con stile impeccabile. Splendide le giacche e i capispalla in materiali pregiati e belli gli accessori assolutamente originali, come la borsa che rimanda a pile di piatti in ceramica. Sontuosi ma portabili questi modelli riassumono l’esclusività sapiente della firma.

Continuando con Christian Dior, la parola d’ordine è stata “sensualità” nella sua sfumatura più aggressiva. Sulle note di “Hot on the heels of love”, le modelle hanno indossato sulla catwalk modelli estremamente femminili, per donne che non temono l’osare con classe. Tutto è equilibrato in un misterioso gioco di travestimenti: gli ampi cappotti nascondono abiti iper-femminili indossati con stivali a coscia alta molto ad effetto. Un’eleganza sicura del proprio potere combinata con la giusta dose di “stranezza” per una linea di carattere. Abbiamo inoltre visto la reinterpretazione della stampa “Leopardo”, introdotta nel 1947, in una versione più “astratta”.

La collezione di Lanvin si ispira alla magica atmosfera del Marocco e a tutto ciò che questo luogo evoca. Definito un “paese di contraddizioni”, è reso in passerella con un mix elementi , forme e materiali diversi tra loro nella creazione di un effetto sorprendente e dal tocco esotico. Richiami orientali nella scelta di fattezze e accessori per dei modelli considerati espressione della moda come “storia di vita”. Rigore e sontuosa linearità con accenni selvaggi. Preziosissime le pellicce con intarsi pregiati, concepite come “essenza del lusso”. Collezione splendida, ma non perfetta perché secondo lo stilista quando il lavoro viene definito impeccabile “c’è qualcosa che non va”.

Proseguiamo e concludiamo in bellezza con Givenchy, che dedica la propria linea al fascino dell’oscuro, del mistero, proponendo modelli decisamente dark e raffinati. Tale tipo di stile, amato dal designer e dalla maison stessa, in questo show raggiunge un nuovo livello di armonia e fascino. I capi esprimono perfettamente lo charme del “lato oscuro” con modelli anche scintillanti. Particolari gli accessori, soprattutto i “face jewel” splendenti. Favolosi i ricami che conferiscono ricercatezza assoluta agli abiti. Tra la nuance è il total black è assolutamente protagonista, al tempo stesso chic ed accattivante, ma anche modelli in bordeaux e blu intenso.

 

Eleonora De’ Giorgio 

 

Chanel Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo1

Chanel

 

Chanel Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo2

 

Chanel Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo3

  

Dior Fall Winter 2015/2016 Edoardo Alaimo1

Dior

 

Dior Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo2

 

Dior Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo3

 

Lanvin Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo1

 

Lanvin Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo2

 

Lanvin Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo3

 

Givenchy Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo1

Givenchy

 

Givenchy Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo2

 

Givenchy Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo3

 

Givenchy Fall winter 2015/2016 Edoardo Alaimo4

  

Photocredits: Chanel official and Style.com

 

Be first to comment