Bellezza senza tempo per l’orologio “Patrimony” di Vacheron Constantin

 “Less is more”

Mies Van Der Rohe

Il più delle volte risulta facile rendere un qualsivoglia oggetto “bello” riempiendolo di numerosi artifizi e aggiunte che ne mascherano la reale essenza, creando un alone attorno che confonde le forme, rendendo il tutto più ridondante e complesso.
Molto più difficile è riuscire nel medesimo intento operando per sottrazione e giungendo all’essenza più pura. Questo processo risulta essere parecchio rischioso perché se la base su cui si poggia non è di per se eccellente, allora anche l’oggetto che si va a depauperare dalle varie superfetazioni rischia di apparire misero, spoglio e non “bello”.

Il Vacheron Constantin Patrimony, premia appunto l’essenzialità delle forme e ritorna all’origine delle cose, dove la bellezza era simbolo di purezza e perfezione delle forme. Non occorre altro, né aggiunte né tantomeno ricerche stilistiche fini a se stesse. La più bella e semplice rappresentazione del tempo scorre  in questo orologio, il quale  pone la sua essenzialità come proprio cavallo di battaglia, risultando perfetto ed etereo nel medesimo tempo.
La cassa, nel modello che vi stiamo presentando, è realizzata in oro bianco 18k con uno spessore veramente minimo (solo 6.8 mm), all’interno della quale pulsa un movimento anch’esso tra i più sottili di sempre. Parliamo del pregiatissimo calibro VC 1400 certificato dal prestigioso Punzone di Ginevra, che rappresenta uno dei maggiori riconoscimenti per quanto riguarda l’alta orologeria Svizzera. Il segnatempo si completa con uno splendido cinturino in alligatore del Mississippi in colore nero con chiusura ad ardiglione e fibbia sempre in oro bianco.

In definitiva, parliamo di un orologio estremamente raffinato degno delle occasioni più importanti che risalterà al polso di chi lo indossa, non tanto per mirabolanti espressioni tecniche o eccentricità dettate dalla moda, quanto per quella raffinata e semplice bellezza che ormai sentiamo sempre più scivolar via, ma che in alcuni casi riesce a riaffiorare, lasciandoci ancora una volta senza fiato.

 

Roberto Ponte

 

 

Vacheron Constantin Patrimony Edoardo Alaimo1

 

Vacheron Constantin Patrimony Edoardo Alaimo2

 

Vacheron Constantin Patrimony Edoardo Alaimo3

 

Vacheron Constantin Patrimony Edoardo Alaimo4

 

Vacheron Constantin Patrimony Edoardo Alaimo5 

 

Be first to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.