PER UN VERO MADE IN ITALY

Domenica 2 Novembre l’Italia ha assistito ad una puntata davvero interessante del noto programma di  Rai “Report” condotto dalla giornalista Milena Gabanelli.

Tale coraggioso servizio è andato a colpire alcuni brand molto conosciuti ( di cui non faremo i nomi) del fashion system mondiale, rivelando gravi verità su vari aspetti.
I più scottanti quelli che riguardano la produzione di prodotti (in particolare di piumini) nel totale disinteresse e  con un crudele sfruttamento degli animali che, al contrario, dovrebbero essere tutelati così come stabilito da specifici decreti, oltre che dal rispetto degli stessi. La trasmissione ha mostrato agli spettatori le precise dinamiche di realizzazione degli articoli rendendo evidente l’inumanità di tale procedura.

Un ‘assenza di umanità che non sorprende perché, andando avanti, il programma svela anche delle tristi verità sulle condizioni dei lavoratori italiani,  rimpiazzati in favore della produzione senza alcuno standard qualitativo con l’obiettivo di raggiungere il massimo profitto avendo il minimo costo.

Il mondo della moda si è interrogato sulla situazione appena descritta, la verità è che ci sono diversi tipi di lavoro. Alcuni, purtroppo si rivelano estremamente deludenti come ci mostra il “ritratto” appena eseguito; ma quella che è immagine e deve essere caratteristica del Made in Italy è la realtà dell’azienda Brunello Cucinelli, di cui si mostra la brillante attività nello stesso servizio .

Italianissima, la firma Brunello Cucinelli ha come filosofia : “Rendere il lavoro più umano, mettere l’uomo al suo centro”, ed è portavoce di tutte quelle qualità fondamentali per l’autentico made in Italy, quali passione per l’eccellenza, la cura in ogni dettaglio attraverso un lavoro attento, la sartorialità scelta come elemento distintivo e di pregio di una creazione sempre unica.
Alla ricerca di un fine più collettivo del solo profitto, l’azienda Cucinelli sceglie di  “dare all’impresa un senso che vada a reinvestire per migliorare la vita di chi lavora, per valorizzare e recuperare le bellezze del mondo” offrendo così un prodotto davvero eccellente, perfetto per rappresentare un target di lusso italiano ed internazionale.

Cucinelli investe in un lavoro tutto italiano, e quando si pone a livello di prezzo ad un livello così alto, lo fa garantendo la dignità e la qualità del lavoro dei suoi dipendenti.

Alla luce di questi fatti invitiamo voi lettori e amanti  del Fashion System, a riflettere su tali argomenti e a fare attenzione nelle vostre preferenze in fatto di acquisti.

Sappiamo che spesso i prodotti che gli amanti della moda prediligono sono costosi perché considerati veri e propri oggetti preziosi, a volte comprati facendo un piccolo “investimento” personale.
Cerchiamo a maggior ragione di preferire i brand che davvero garantiscono una produzione sicura e che sia garanzia dei valori e della qualità di cui da sempre il Made In Italy è portavoce, controlliamo le etichette, scegliamo secondo il nostro gusto e non seguendo pedissequamente un “diktat” imposto da tendenze consumistiche della massa.

Le oche ringraziano.

 

Eleonora De’ Giorgio 

 

collezioni_fw20142015donna_34

 

collezioni_fw20142015donna_47

 

collezioni_fw20142015uomo_30

 

CUCINELLI-002459-019

 

Cucinelli_GQ_4Jan12_642  

Photocredits: Brunello Cucinelli official

 

Be first to comment