Margiela pour H&m

Per chi non conoscesse Maison Margiela, gli basti sapere che oggi è uno dei più famosi brand francesi al mondo. Di grande nicchia fino a poco tempo fa, ha deciso di scendere dal suo tempio, che da sola si è costruito sul monte Olimpo, e per i comuni mortali fedeli al Dio lowcost ha creato una capsule collection… a mio avviso davvero sensazionale.
I capi creati per il colosso Svedese H&M sono più portabili rispetto al Margiela “classico”, le silhouette si mantengono ampie e i modelli destrutturati, vera firma del brand, sono il leitmotif indiscusso di tutta la collezione.
Quest’ultima sarà disponibile solo in selezionati negozi H&M per l’Italia. Vi basterà quindi collegarvi al sito e darvi alla ricerca.
Per facilitarvi nella selezione, ho voluto creare due tavole d’ispirazione per uomo e donna, all’interno delle quali ho inserito i pezzi per me più importanti dell’intera capsule.

Quando si parla di Margiela , si parla di avanguardia. Non stupitevi dunque di non comprendere subito il senso della sua arte.

Cos’è infatti la moda se non arte pura da plasmare su un corpo?


Woman’s collection

Dress:149 eur shoes:299 eur

Dress:149 eur shoes:299 eur bag:129 eur

Dress:149 eur shoes:199 eur



Men’s collection
Coat:199 eur shoes:149 eur
Coat:199 eur jeans:79,95 eur gilet:49.95 eur shoes:149 eur

Coat:299 eur tee:49.95 eur pants:79.95 eur shoes:149 eur

4 Comments

  • Rispondi novembre 8, 2012

    Claire*

    Carina la collezione di Margiela. Purtroppo quando grandi brands collaborano con H&M, le collaborazioni non sono mai un granchè e risultano piuttosto ‘cheap’ e ‘overpriced’. Almeno è quello che ho constatato io.. E non critico assolutamente H&M in quanto sono cliente affezionata del marchio, semplicemente le collaborazioni fatte finora non mi hanno mai soddisfatta 🙂
    Clara.

    • Rispondi novembre 10, 2012

      I Monili 2010

      Carissima Claire, concordo in parte con te per le collaborazioni tra grossi brands del lusso con la catena lowcost H&M, non sempre il risultato è ottimale per quanto riguarda l’unione altamente creativa con la filosofia young e cheap di H&M. Tuttavia, nel caso delle ultime collaborazioni, sia Marni e Versace che prima ancora Lanvin ritengo che nelle rispettive collezioni siano stati presentati capi adeguatamente “iconici” per ogni determinata griffe cercando sempre di mantenere il giusto prezzo per il target a cui si andavano a rivolgere.

      Nell’attuale collaborazione con Margiela vedo per esempio mantenuti i principi base del brand a livello stilistico( destrutturazione degli abiti, proporzioni over) e nello stesso tempo un giusto rapporto con il prezzo proposto.

      Vedremo poi adesso dal 15 la qualità materica di questa capsule… sperando sia eguale o superiore a quella delle precedenti 🙂

      Un caro saluto

      Edoardo

  • Rispondi novembre 8, 2012

    Momi's closet

    Che dire…. uno più bello dell’altro…. Pezzi destrutturati e saggiamente ricostruiti sul corpo…. bella la scelta, concordo a pieno stylish men 🙂 baci

Leave a Reply